ALTA TECNOLOGIA E MASSIMA PROFESSIONALITA' DIAMO ASCOLTO A CHI VUOLE SENTIRE
Le fasi dell’adattamento

Le fasi dell’adattamento all’apparecchio acustico sono sette e si distinguono in:

 


•    Identificazione della perdita uditiva, in quanto è di fondamentale importanza che l'utente prenda coscienza della propria ipoacusia.


•    Valutazione dello stato della perdita uditiva, tramite un’accurata analisi - sia soggettiva che oggettiva -, ai fini dell'adattamento dell'apparecchio acustico e dell’identificazione dei successivi obiettivi di adattamento.


•    Obiettivi dell'adattamento. Durante questo step l’audioprotesista mette a conoscenza i famigliari e il paziente degli obiettivi primari da raggiungere.


•    Scelta dell'apparecchio acustico. In base alle tre fasi precedenti, alle conoscenze tecnologiche e alle esigenze fisiche e finanziarie dell'utente, l'audioprotesista consiglierà l'apparecchio acustico più idoneo al caso specifico.


•    Primo adattamento. L'audioprotesista verifica tutti gli aspetti - estetica, comfort e assenza di feedback – una volta che l’utente abbia indosso l’apparecchio, procedendo a regolarne le caratteristiche in relazione al profilo del paziente.


•    Verifiche successive, importanti per ottenere risultati ottimali. Una buona collaborazione tra l'audioprotesista e l'utente è determinante per ottenere il massimo in termini di ascolto e intelligibilità vocale.


•    Istruzioni e continuo miglioramento. L'audioprotesista deve istruire con dedizione l'utente e i suoi famigliari nelle diverse situazioni di ascolto.